30 aprile, 2009

Igort, la coperta del viaggiatore

Igort viaggia molto. E riempie anche molti taccuini, "con appunti, scarabocchi, mappe e pensierini". Taccuini che a casa "si sovrappongono sui tavoli, nei comodini, perduti sopra i divani". Taccuini che porta sempre con se, piccoli o grandi: "giro con un block notes da tempo e sono nate delle storie che si intrecciano, sono cose vicine a quello che vivo"...



Me ne ha mostrato uno da taschino, per pensieri "volanti" e una serie di quaderni più grandi, sottili, con la copertina di cartone, dove vanno componendosi storie, appunti di viaggio e interviste trascritte durante diversi viaggi, in Russia. L'idea di utilizzare i taccuini per raccontare una città, come abbiamo fatto a Napoli, gli è piaciuta. Sono molto contenta che sia riuscito a lasciare una traccia anche su questo nostro Moleskine.

Il sito di Igort è una miniera. Di immagini, naturalmente. Si può ricostruire il suo ricchissimo percorso negli ultimi anni attraverso le pubblicazioni, le attività editoriali con la Coconino. Io mi sono immersa nei diari scritti e nel blog ascoltandolo viva voce, assieme ai Lo Ciceros. Igort è un artista e un narratore attraverso i segni, con le parole, con la musica.

"Il fumetto come forma di letteratura", scrive Igort qui, "Cosa c’è di tanto strano? Questa come altre cose è la dimensione di cui gode un paese civile come la Francia. A volte ho l’impressione che sia possibile considerare il fumetto come un linguaggio e non come mero intrattenimento per minus habens. Questo mi dà speranza".

29 aprile, 2009

Laura Scarpa, la testa in un taccuino



Qualche giorno fa sono capitata sul tlog di Laura Scarpa, caffèacolazione e non me ne andavo più. A ritroso, me lo sono guardato tutto. Ogni giorno un'immagine, una pagina da uno dei suoi taccuini. C'è una serie di disegni dedicati ad Alice, una serie ex voto, una serie panchine, una accattoni... Questa è la sua dedica alla nostra rassegna, idealmente parte del bellissimo taccuino su Alice.



Nella foto, a riprova del fatto di avere il taccuino facile, Laura disegna davanti a me, rapidissima e in presa diretta: nello stand di Coniglio editore, qualcuno sfoglia una bozza di Animals e io in un angolino la sto fotografando.



Animals: fumetti, storie, la vita e nient'altro è la nuova creatura di Laura Scarpa. Sfogliata in anteprima a Comicon, sarà in edicola dall'8 maggio, ricca di disegni, storie e rubriche interessanti. Ci sarà anche una sezione "Album", dedicata a schizzi, appunti disegnati, di viaggio e non.

Laura Scarpa "da trent'anni fa fumetti, li scrive e disegna e dirige o collabora a riviste di fumetto: Scuola di Fumetto, Blue, e scrive dei libri sempre di e sui fumetti. Progetta". Qui una video intervista sulla sua graphic novel Come la vita.

27 aprile, 2009

Gabriella Giandelli, le foglie nel taccuino

Ho incontrato Gabriella Giandelli alla presentazione del suo nuovo libro Sotto le foglie, alla galleria Hde di Napoli dove fino al 22 maggio sono in mostra le tavole originali. E' uno di quei casi in cui vale la pena osservarle dal vero, per cogliere la loro matericità e certe sfumature a pastello nero che in stampa possono sembrare disegnate a china.



Questa è la sua dedica nella prima pagina di un Moleskine collettivo a soffietto che verrà esposto a In viaggio col taccuino per Galassia Gutenberg, alla Stazione Marittima di Napoli, 29 maggio/1 giugno, sul quale hanno lasciato il segno 15 fumettisti.

Non viaggio molto e non uso quaderni di viaggio - mi ha detto Gabriella - non mi interessa disegnare le cose così come sono. Una volta però durante un viaggio ha riempito un quaderno disegnando ogni giorno un oggetto o un frammento che le ricordava una situazione della giornata trascorsa. I quaderni li utilizza invece per appunti e disegni.



Qui una bella intervista sul libro, e altre due interviste sui precedenti Interiorae, e Silent Blanket.
Io adoro le sue illustrazioni per Internazionale.

15 fumettisti x 1 taccuino

Era un po' di tempo che pensavo di coinvolgere disegnatori di fumetti nella rassegna In viaggio col taccuino. Già l'anno passato abbiamo invitato a Galassia Gutenberg il grande fumettista francese Loustal. Tre giorni di Comicon qui a Napoli sono stati l'occasione per intervistare autori e case editrici specializzate in fumetti sul loro rapporto con taccuini di viaggio, notebook e sketchbook, un binomio che sembrerebbe naturale, che in Francia è ampiamente consolidato attraverso pubblicazioni, festival e biennali dedicate insieme a fumetti e quaderni di viaggio, ma che in Italia è stato finora poco considerato.



Un Moleskine a soffietto è stato riempito di dediche per la nostra rassegna e sarà esposto dal 29 maggio al 1 giugno a Galassia Gutenberg, nella Stazione Marittima di Napoli, per la quarta edizione di In viaggio col taccuino, dedicata alle community di disegnatori, ai network, ai progetti collaborativi e ai libri collettivi legati ai taccuini, nel web e in vari paesi del mondo.

Quindici disegnatori ospiti di Comicon tra i più apprezzati illustratori italiani e stranieri del momento si sono gentilmente prestati al gioco, in mezzo a un caos di fans e cosplayers.
Hanno lasciato un segno nel taccuino collettivo:

Gabriella Giandelli, Laura Scarpa, Igort, Gipi, Leila Marzocchi, Giacomo Nanni, Davide Reviati, Bastien Vives, Alessandro Baronciani, Alfred, Paco Roca, Angel de la Calle, Makkox, Gianluca Costantini, Massimo Giacon.


Nei prossimi giorni le scansioni.

At Comicon, the international comix book fair in Naples, I asked 15 illustrators and comix artists to draw in a collaborative Moleskine sketchbook, with dedications to our next exibition "In viaggio col taccuino".

20 aprile, 2009

La mano dell'architetto e i Moleskine Folio

Due eventi a Milano coinvolgono Moleskine, i taccuini e numerosi architetti, designers e artisti che ne fanno uso.



Si è inaugurata il 18 aprile una mostra in tre sedi, a Villa Necchi, in Triennale Bovisa e presso la sede della rivista “Abitare”, organizzata dal FAI: La mano dell'architetto presenta 378 schizzi, disegni, collage offerti da 110 architetti di fama internazionale in omaggio a Piero Portaluppi, per contribuire al restauro di villa Necchi, suo progetto degli anni 30, fino al 20 maggio.
Sono poche le pubblicazioni recenti dedicate agli schizzi degli architetti, alla fase iniziale di ogni creazione architettonica. In italiano ricordo "L'occhio dell'architetto", vecchio numero della rivista Lotus (68/1990), e la collana di monografie che Motta ha riservato ai disegni e agli schizzi degli architetti, di cui i primi titoli sono già esauriti. Diversi saggi sono inclusi nel prezioso catalogo realizzato da Moleskine con Abitare/Segesta: 288 pagine in forma di taccuino Moleskine "gigante", accompagnate da un cahier bianco di 120 pagine.


In occasione della Settimana Internazionale del Design 2009, I.D. Magazine e Moleskine oggi presentano A Week in Your Life - 13 Book d'Autore: 13 designer, architetti, scrittori, raccontano per immagini una settimana della loro vita sulle pagine dei nuovi Moleskine Folio (in formato A4 e A3, per schizzi e acquarello), in mostra presso la Feltrinelli di piazza Piemonte a Milano fino al 27 aprile, inaugurazione alle ore 18.30. I taccuini sono stati donati a lettera 27.

16 aprile, 2009

Gita al villaggio Coppola



Piaceva l'idea, a me e a Vera, di camminare sulla spiaggia fuori stagione.
Con gli stabilimenti chiusi e la riva ingombra di tesori di varia natura portati dal mare.


Dopo il lago d'Averno, preferivamo un luogo poco pittoresco per la nostra nuova gita. E' il 18 marzo, Vera mi porta lungo la costa a nord di Napoli, cercando di ritrovare un posto che aveva in mente. Fa un po' freddo, quando arriviamo a Castelvolturno.



Mi fermo vicino a un tronco spiaggiato. I palazzoni del villaggio Coppola, zona di villeggiatura costruita abusivamente negli anni '70 fin sulla spiaggia e al posto di una pineta, sono lontani. Anche Ischia e Procida sono sullo sfondo. L'albero crea delle ombre lunghe... Il bello è in agguato, come al solito.



Forse è meglio usare la matita, più sobria. Seguo Vera, che fotografa.




Ecco alcune sue foto.






Vera Maone fotografa dagli anni Ottanta. Tra i suoi lavori fotografici ha pubblicato Bagnoli. Lo smantellamento dell'Italsider. E' socia fondatrice del Laboratorio Città Nuova e responsabile della Biblioteca Mazzacurati. Ha fornito immagini a L'Unità e collabora con Il Manifesto. In rete alcune foto: Terre e Solitudini. Altre ne metteremo su Flickr.


Skechbooks: taccuini come laboratori creativi

La genesi di una creazione artistica, la nascita e l'elaborazione di un'idea è senza dubbio un processo interessante e poterlo osservare da vicino permette di comprenderne meglio l'esito, si tratti di un romanzo, di un libro illustrato, un oggetto di design, una costruzione, un fumetto o un graffito.
Le pagine dei taccuini sono da sempre il laboratorio ideale per creativi di ogni genere e mentre prima i quaderni si tenevano nel cassetto ora aumentano le pubblicazioni dedicate a più autori. Due nuovi libri collettivi si aggiungono ai numerosi titoli già esistenti in ligua inglese.



Sketchbooks: The Hidden Art of Designers, Illustrators & Creatives (Laurence King publishing, marzo 2009, p. 240, $ 30) di Richard Brereton (londinese, direttore di Graphics, che già aveva dedicato un numero a Diaries, notebooks + sketchbooks) raccoglie una quarantina di autori tra "designers, illustratori e creativi".



Gli autori sono molto eterogenei e l'accento è posto sul poter sbirciare il loro lavoro nascosto, le pagine segrete dove sviluppano idee in totale libertà. Il libro è arricchito dalle interviste sul modo di utilizzare i taccuini e su come gli schizzi si relazionano al lavoro finito.


Sketchbook: Conceptual Drawings from the World's Most Influential Designers (in uscita a maggio per Rockport Publishers, p. 194, $ 25) di Timothy O'Donnell, newyorkese e designer grafico lui stesso, raccoglie pagine dai taccuini di 35 tra i designers più influenti del momento per scoprire come sono arrivati a creare i lavori per i quali sono diventati famosi. In questa pagina i link a tutti gli autori e diverse immagini del libro, il cui intento è quello di "elevare questi taccuini - oggetti con un proprio valore visuale - da supporti effimeri a documenti importanti che consentono una preziosa incursione nel processo creativo".

08 aprile, 2009

I taccuini a Galassia Gutenberg 2009



In viaggio col taccuino torna a Galassia Gutenberg, dal 29 maggio al 1° giugno prossimi. Il tema generale della manifestazione napoletana dedicata ai libri e multimedia è "il gusto del viaggio", dunque i taccuini quest'anno ci stanno... come il cacio sui maccheroni. A breve gli approfondimenti sul nostro programma, in anteprima già presentato sul sito di Galassia.
Il manifesto di Galassia Gutenberg è di Luis Serrano, artista spagnolo che vive a Roma.

Aggiornamento: un articolo di Stella Cervasio su La Repubblica Napoli.