14 novembre, 2013

Il disegno delle persone in movimento



Se volete disegnare tutto, perdete tutto, dice Caroline Peyron all'inizio di questo video con le foto di Cecilia Battimelli durante l'ultima sessione del laboratorio fatto insieme a Teatri35 la primavera scorsa. Il disegno è sempre una questione di sintesi e se la scena si muove lo è ancora di più. Rinunciare ai dettagli o alla veduta d'insieme, scegliere velocemente cosa e come rappresentarlo.

Si tratta del gesture drawing di Kimon Nicolaides (qui il suo storico libro in pdf, The Natural Way to Draw, con esempi interessanti di disegni antichi) ed è un esercizio classico nella formazione artistica: la posa veloce della modella, alternata a quella più lunga. Naturalmente è necessario un certo allenamento per prendere il ritmo e ognuno deve trovare la tecnica migliore per ottimizzare tempi e resa finale. Marc Holmes, un amico di Urban Sketchers canadese, in seguito all'esperienza di un reportage disegnato durante la realizzazione di uno spettacolo teatrale, ha raccolto qui dei consigli interessanti: People in motion. con una demo in video. Marc suggerisce inoltre di usare penna stilografica con inchiostro solubile, per fare il tratto e velocemente renderlo pittorico, sciogliendolo in alcuni punti che creano le ombre.

Nel nostro laboratorio di Disegno in Scena l'esperienza del disegno del movimento si arricchisce, per la presenza in scena di tre attori che si ispirano alla pittura e lavorano sui quadri scomponendoli e rianimandoli. Noi disegnatori ci troviamo dentro il quadro e contemporaneamente nello studio del pittore che lo ha dipinto - e avrà similmente messo in posa i suoi modelli - ma partecipiamo anche alla preparazione di Francesco, Antonella e Gaetano come ad una danza, una sequenza ritmata dalla musica in cui la posa finale è solo una pausa nel passaggio da un quadro all'altro. La mano che disegna si sintonizza sul ritmo della musica e dei loro gesti.

A prescindere dai disegni prodotti, è stata un'esperienza intensa e per questo non vediamo l'ora di ripeterla, quest'anno in una versione che avvicina ancora di più la scena al disegno e viceversa.
Qui sotto i miei disegni della seconda sessione, da confrontare con quelli dell'ultima, nel video precedente. In questo set ho aggiunto altri video della passata edizione.



In english, on Urban Sketchers.

Nessun commento: