28 novembre, 2010

Napoli, monnezza reportage

via Montediddio
La prima persona che incontriamo quasi ci sgrida, "con tutti i bei panorami che abbiamo".
Se ne va intristito e non faccio a tempo a dirgli che di solito disegno solo quelli.

via San Giacomo
A via san Giacomo, dietro al palazzo del comune, le persone si fermano a discutere con noi,
vicino al cartello delle inutili disposizioni per l'emergenza rifiuti.

via Roma
A via Roma dovremmo incontrare il corteo dei comitati cittadini, in arrivo da piazza Dante. Un corteo c'è, ma per guardare le vetrine aperte per l'inizio delle compere natalizie. Le borse degli ambulanti si alternano alle buste di immondizia. Al passaggio della polizia le prime spariscono in un istante, le altre restano.
piazza Plebiscito
In piazza Plebiscito si radunano i manifestanti, da piazza Dante e da via Posillipo. Troppo pochi. E lasciano due mucchi di spazzatura differenziata davanti alla prefettura. Troppo poca.
Insieme a me, qualche urban sketcher napoletano. Pochi anche noi.
Ecco i disegni di Caroline Peyron.




E quelli di mio figlio di otto anni che i sacchetti ci teneva a disegnarli a colori.



Pubblicato anche su Napoli Monitor.
In english on Urban Sketchers.

AGGIORNAMENTI: qui un riepilogo di Marco Rossi-Doria. Sul sito del Forum Tarsia, un video della manifestazione e su Repubblica Napoli la cronaca della giornata di Cristina Zagaria.

4 commenti:

clara ha detto...

Me gustan muchísimo todos, pero con vuestro permiso, sobre todo los de tu hijo. ¡Vaya artista está hecho!, son buenísimos.

daniele marotta ha detto...

Anche a me sembra proprio che tuo figlio sia un grande! :) Specialmente il secondo disegno con le auto.

Brava sempre.

Andrea Longhi ha detto...

grazie per il reportage, di sicuro più realistico di un TG.
brava Simo!

alberghi ha detto...

Di certo sei stata molto più efficace e realistica di molti servizi del telegiornale!