24 novembre, 2010

Il tunnel borbonico

tunnel borbonico

Sotto Napoli c'è una seconda città, quasi il negativo di quello che ci sta sopra.

tunnel borbonico

Un intricato sistema di condotti per l'acqua e cisterne gigantesche, di cave per ricavare i blocchi con cui sono costruiti i palazzi soprastanti, di tunnel per oltrepassare i dislivelli di cui è piena la città, di passaggi segreti per usi militari. Le cisterne, collegate da pozzi ai cortili o alle cantine dei palazzi, sono diventate rifugi antiaerei durante l'ultima guerra, nascondigli per traffici illegali e poi depositi di materiali sequestrati ai contrabbandieri, garage sotterranei o sversatoi e discariche illegali di immondizia e materiale edile.

tunnel borbonico

tunnel borbonico

tunnel borbonico

Tutti questi usi ed abusi insieme sono visibili nel tunnel borbonico, percorso sotterraneo aperto di recente vicino a piazza Plebiscito. Più di 500 metri di lunghezza a 25 metri sotto il livello stradale, liberati in anni di lavoro paziente da un'associazione di volontari, geologi e speleologi. Le cavità sotterranee a Napoli non ancora censite interamente sarebbero circa ottocento, tra grandi e piccole. La nostra casa si trova proprio al di sopra di questo tunnel e mi sento un po' mancare il terreno sotto i piedi.

In english, on Urban Sketchers.

3 commenti:

clara ha detto...

Simonetta, me gustan mucho estos dibujos. Hay algo distinto en ellos que los diferencia de los demás. ¿Tu mundo subterráneo?, ¡Descúbrenoslo!.

Schizzinosa ha detto...

Ah si? Forse perchè la sotto era buio e dovevo disegnare in fretta, se restavo indietro mi sgridavano. A volte è meglio essere in difficoltà. Ciao Clara :)

Tunnel Borbonico staff ha detto...

Complimenti per i disegni, sono bellissimi!

Tunnel Borbonico staff