23 agosto, 2010

Due giorni a Seattle


Dopo il Symposium di Portland, Gabi Campanario ci ha portato in giro per Seattle insieme a Lapin e Isabel Fiadeiro. Troppo poco tempo per una città così interessante. Nel taccuino di Gabi, sto disegnando il panorama dall'unico punto dove lo Space Needle sembra l'edificio più alto, così come era stato progettato nel 1962 per l'esposizione universale. "Tutto troppo piccolo per me da qui", ha detto Lapin che per una volta ha tenuto chiuso il suo fantastico taccuino.
A me invece, come è noto, piace fare i panorami miniatura. Questo è dallo Space Needle.

L'Olympic Sculpture Park è un accogliente parco sulla baia, un museo gratuito all'aria aperta, questa è l'opera di Richard Serra. Realizzato con il contributo di persone facoltose di Seattle (che è la città di Bill Gates), fa tristemente pensare a cosa invece è capace di offrire qui da noi il cittadino più danaroso.


Il Pioneer Building è uno dei più antichi e belli della città. Lo disegno da un vicolo stretto, buio e stranamente persino un po' sporco, che mi fa pensare a casa, giusto il giorno prima di ripartire.
In english, on Urban Sketchers.

3 commenti:

Marco Stagnozzi ha detto...

Meraviglioso

freekhand ha detto...

Che belli! Non ti hanno fischiato le orecchie? Lapin mi ha parlato un sacco di te, I tuoi (ho visto il suo ritratto fatto da tuo figlio) e di tutto il symposium. Morivo dell'invidia. Ci vediamo a Treviso?

Anonimo ha detto...

Sei magnifica, Simo.