28 giugno, 2010

Napoli, la città balia e Fabrizia Ramondino

panorama da via Pontecorvo

Napoli è città più balia che madre. Della balia ha “la povertà e il primo latte, le forme rotonde e barocche, l’odore ora di feci ora di biancheria lavata di fresco; e di tutte le balie del mondo condivide la sorte: le sono strappati gli esseri che ha nutrito da più ricchi padroni”.

panorama da via Pontecorvo

Così scriveva Fabrizia Ramondino nei Taccuini tedeschi, ripubblicati in versione ampliata a cura di Valentina De Rosa e presentati il 9 giugno scorso al
museo Herman Nitsch. Qui se ne può leggere un estratto.

panorama di Napoli

In questa occasione Mario Martone ha fatto un bellissimo intervento. Non avevo realizzato perchè certi romanzi di Fabrizia Ramondino mi piacciono tanto. La sua scrittura non è mai astratta, ha detto Martone, c'è sempre un luogo, spesso una casa, da cui il pensiero si diffonde. Sappiamo sempre dove e quando si svolge un dialogo, come in Storie di patio, Star di casa e Un giorno e mezzo ad esempio. Hanno la qualità delle sceneggiature, sono scritti come dei film.
Nei Taccuini
Fabrizia racconta i suoi soggiorni in Germania senza mai interrompere la relazione con Napoli, presente anche a distanza. Dal museo Nitsch, ex centrale elettrica ottocentesca, il panorama sulla città è così sorprendente da non riuscire a staccare gli occhi dalla finestra. Mentre ascolto gli interventi, disegno a biro Bic e grigio di Payne.
In english on Urban Sketchers.

5 commenti:

TopGun ha detto...

bellissimi!

Luc ha detto...

la biro va rivalutata. è decisamente intrigante. così come il grigio di payne, d'altronde. una bella accoppiata. io li amo molto, tutti e due.
belli i panorami che ne vengono fuori. un po' soft, ma al tempo stesso profondi. di prospettiva e di sensazioni.
la remondino non la conosco. frequenterò ...

4ojos ha detto...

¡Vivan los señores Biro y Payne!

Vincenzo De Martino ha detto...

Ciao scrivo dalla Sardegna e ho iniziato da poco a disegnare e postare su questo sito; amo Napoli e devo dire che mi manca molto.Mio padre è napoletano e i tuoi disegni mi fanno venire alla mente molti luoghi già visti e che adoro.
complimenti.
saluti

Lilibri ha detto...

grazie dei tuoi disegni e del ricordo di Fabrizia Ramondino, per me una "compagna di strada". di strade tortuose e interessanti. in occasione della Giornata Regionale della Lettura_Lazio la ricorderemo sabato 30 ottobre 2010 alle ore 18.00 nella libreria Piermario di Latina. http://www.lilibri.it/libreriapiermario/
nell'ambito del progetto LILIBRI per sostenere le piccole librerie indipendenti (e intraprendenti del Lazio). magari ti va di fare un salto da Napoli a Latina. ci farebbe davvero tanto piacere. Il programma di letture è curato da Barbara Della Polla, attrice e regista, amica e collaboratrice di Fabrizia. sabina de tommasi