15 gennaio, 2010

Terra e acqua, acqua e terra 1



Fine d'anno lungo il Po, per visitare il sistema di canali con i quali da centinaia di anni si cerca di proteggere le case e i paesi dalle esondazioni nella stagione delle piogge e di irrigare i campi nella lunga stagione secca. A Salvatonica di Bondeno, vicino a Ferrara, con l'impianto idrovoro del Palantone ha inizio il complesso sistema idrico del CER che prende acqua dal Po per riportarla a Sud, in salita, verso le campagne romagnole.

Salvatonica di Bondeno
Il primo tratto del Canale Emiliano Romagnolo, lungo più di 100 chilometri, è antico. L'acqua del Po viene sollevata di diversi metri e immessa nel Cavo Napoleonico, un largo invaso che all'occorrenza viene utilizzato anche al contrario, per accogliere le piene del fiume Reno e riversarle nel Po.

Impianto idrovoro Palantone

La temperatura è di circa 2°, ma è così umido che riesco a disegnare solo chiusa in macchina.
E. nel frattempo si scalda in bici lungo l'argine, arrivando fino a Occhiobello.


L'impianto del Palantone dall'isola Tontola sul fiume Po, in una foto di Sonia Lenzi.

5 commenti:

enrique ha detto...

perfetto

Federico Gemma ha detto...

Bè con 2 gradi non è necessario che sia anche umido per rifugiarsi in auto per disegnare! Mi sembra sacrosanto ...
Ciao Federico

Schizzinosa ha detto...

Si, ho scritto male. Mi sa che sotto i 10° non ho mai disegnato, mica come Enrique, a cui piace dipingere la neve...

niko ha detto...

qué genial poder dibujar así!

travelingsuep ha detto...

I love the sketches, very atmospheric