07 marzo, 2008

Nadia Zorzin, "soloinlinea" a Napoli

"Ogni disegno sul mio taccuino e ogni post sul mio diario digitale descrive - con una sola linea continua - qualcosa che ho vissuto durante la giornata. Nei soloinlinea racconto momenti del tutto privati della mia vita familiare, ma anche momenti di smarrimento, di discussione, le situazioni difficili così come gli incontri con persone che mi coinvolgono, i paesaggi o le cose che vedo"."Spesso sono presente nella situazione, ma la osservo contemporaneamente dall’esterno, quasi a recuperare una dimensione oggettiva dell’accaduto".
"Mi piacciono le linee pulite, essenziali, che sappiano far capire cosa penso anche agli altri. A volte gioco con la penna e mi pongo l’obbiettivo di chiudere la linea con cui do inizio al disegno, come per racchiudere i mondi che riproduco e creare una forma che è pieno e vuoto, bianco e nero".
"Nei disegni approfondisco il duro, l’organico, la fisicità del corpo privo di sovrastrutture non utili ai fini della storia. Quando divento troppo narrativa non mi piace e butto via tutto. Con le parole voglio essere ancora più chiara e onesta nelle mie intenzioni descrittive di quanto possa riuscire col disegno, le utilizzo per far capire esattamente cosa descrivo nel disegno, non sono mai un commento".
Testo riadattato da una lunga intervista a cura di Barbara Venchi pubblicata sul sito Fucine.
Nadia Zorzin sarà a Napoli a Galassia Gutenberg per esporre diversi taccuini originali e per presentare "Ma-mma", il suo nuovo libro illustrato in uscita a giorni per Untitl.ed, una casa editrice che pubblica solo libri scritti da blogger. Il suo blog è soloinlinea.
L'incontro con Nadia Zorzin a Galassia, alla Stazione Marittima di Napoli si terrà sabato 29 marzo 2008 alle 18.30.

Qualche altra immagine in anteprima su Flickr. Soloinlinea è stato il primo link che ho inserito nel blogroll due anni fa, un vero colpo di fulmine! Nadia è stata anche invitata alla Biennale del carnet di viaggio a Clermont nel 2006. Altre cose in rete su Apogeo e su un numero di I monologhi della varechina (pdf).

3 commenti:

4ojos ha detto...

¿Qué sería capaz de hacer Nadia Zorzin con cuatro o cinco líneas? Esper verlo algún día

Vivian Celestino ha detto...

mi mancano le linee di nadia. il suo blog non è più on line...

Simonetta Capecchi ha detto...

Si, è un vero peccato: il suo blog è stato cancellato, assurdità della rete. Vorrei aver messo più immagini sue.
Però, adesso fa questo: http://www.ciona.it/
Buona fortuna, Nadia!