28 gennaio, 2007

Tana

Oggi, al contrario dell'ultimo sketchcrawl, era a Napoli una giornata bellissima. E così, di nuovo, non ho disegnato molto.

5 commenti:

pietro paolo ha detto...

ciao, bello come tutti gli altri. e se ci dicessi che tecnica hai usato? fineliner o matita con acquerello? scusa, ma sono un po' maniaco. brava, ciao

Schizzinosa ha detto...

Che cos'è il fineliner? Sembra un trucco per gli occhi... si vede che non li uso!
E' matita vulgaris. Poi però ho usato la waterpen, che è un bell'attrezzo col quale mi sto esercitando. Un pennello sintetico con la cartuccia da riempire d'acqua. Così si evita di portarsi dietro quelle bottigline che ti si aprono nella borsa inondando il taccuino... Il risultato poi è uguale al pennello normale, solo non si riescono a fare grandi campiture ed è meglio non usare carta da acquerello, perchè la quantità d'acqua che riesce ad assorbire il pennello è poca. Tu cosa usi?

pietro paolo ha detto...

hai capito che sono un collega, tu schizzinosa, io schizzato. il fine liner è un pennarello con la punta sottile, 0,5 mm., waterproof. dimmi di più sulla waterpen, io sono rimasto ai pennelli col tappo, e l'acqua me la procuro prendendo caffè e lasciandolo sul tavolino. ho conosciuto un campione del mondo di pugilato che dipingeva con i trucchi che tu non usi, si vede che sei perfetta così, come dubitarne... la tecnica del campione mi faceva venire l'orticaria, a quei tempi usavo i pastelli di creta e sapessi il tormento, con poca estasi. da "il tormento e l'estasi" film che tu non hai visto perchè eri ancora di là da venire. grazie della risposta, brava da fare rabbia. ciao.

pietro paolo ha detto...

IL TORMENTO E L' ESTASI La vita di Michelangelo dalla commissione alla conclusione della Cappella Sistina su ordinazione di papa Giulio II.

pietro paolo ha detto...

simonetta ci manchi